Archivi tag: porno

In Tennessee vietate le foto hard su internet

In Tennessee (Usa) non si potranno più diffondere contenuti â??offensiviâ?. E dunque, di certo, nemmeno gli scatti porno.

Le notizie che arrivano dal Tennessee, stato americano del Midwest, sono tuttâ??altro che tiepide, e parlano apertamente dello scivolamento dello Stato dellâ??Unione verso una â??dittatura fascistaâ? e verso un â??regime di poliziaâ?. Perché? Perché il Tennessee sta per varare, e ha tutta lâ??intenzione di non desistere sul punto, una normativa che farà diventare reato penale la semplice diffusione su Internet di immagini â??offensiveâ?. In che senso offensive? In senso molto ampio: nel senso che â??offendano qualcunoâ?. Ovvero, chiunque si sentirà offeso da una foto fatta girare su social network o affini avrà di che rivolgersi allâ??autorità giudiziaria.

STATO DI POLIZIA â?? Davvero unâ??impostazione curiosa -e, almeno in Italia, di certo incostituzionale: ma probabilmente anche la Corte Suprema degli Usa, applicando la splendida costituzione americana, avrà di che ridire â?? per una legge che sta già facendo discutere molti.

Lo stato del Tennessee sta guidando la carica per trasformare lâ??America in uno stato fascista di polizia. Stanno usando â??la carica emotivaâ? come una scusa per deprivare i propri cittadini dei diritti che gli derivano dal Primo Emendamento.Una nuova legge del Tennessee renderà illegale â??trasmettere o mostrare unâ??immagineâ? online che abbia la probabilità di â??spaventare, intimidire o causare un disturbo emotivoâ? a qualcuno che la veda. Violando la legge, il Tennessee potrà sanzionarvi con almeno un anno di galera e fino a 2500 dollari di multa.

Il web è davvero molto critico con una proposta del genere, anche perché lo stato avrebbe più del 9% come indice di disoccupazione e lâ??accusa al legislatore, molto circostanziata, è quella di star trascurando i veri problemi dei suoi cittadini per occuparsi di normative restrittive e tendenzialmente incostituzionali.

PRIMO EMENDAMENTO â?? La legge arriva poi come rafforzamento di una normativa già presente ed altrettanto restrittiva, sempre approvata e firmata dallo stato americano.

Lâ??embargo sulle immagini, firmato dal governatore Bill Haslam lâ??ultima settimana, arriva come rincaro ad una legge già esistente. In Tennessee è già illegale fare telefonate, mandare email o comunicare in altro modo in maniera aperta con chiunque in modo che â??ragionevolmenteâ? finirebbe per causare â??disturbo emotivoâ? al ricevente. Se la comunicazione mancasse poi di un â??motivo giustificatoâ?, il mittente potrebbe affrontare la galera.

Così, dunque, i cittadini del Tennessee camminano verso una restrizione del proprio diritto alla libera espressione: il giudice federale, come abbiamo notato, lo lascerà in piedi? Davvero improbabile. Il primo emendamento alla Costituzione americana, dâ??altronde, parla chiaro.

Il Congresso non promulgherà leggi che favoriscano qualsiasi religione, o che ne proibiscano la libera professione, o che limitino la libertà di parola, o di stampa; o il diritto delle persone di riunirsi pacificamente in assemblea, e di fare petizioni al governo per riparazione di torti

Tale diritto è garantito a tutti i cittadini americani, e il legislatore del Tennessee lo mette in compressione. Incostituzionale.

 

Fonte giornalettismo.com

 

Porno in biblioteca sì o no?

Sarà cosa lecita consultare materiale hard in un luogo culturale oppure no? La questione, almeno negi States, è aperta.

Il comitato del Los Angeles City Council deve decider se dare lâ??autorizzazione a consultare materiale pornografico nella biblioteca pubblica. Un uomo è stato visto consultare materiale pornografico su un computer nella biblioteca di Chinatown. Il fatto ha portato a un incontro pubblico su cosa i bibliotecari e i pubblici ufficiali possano o non possano fare per porre limiti alla pornografia nelle strutture pubbliche. â??La comunità è molto seccata. Non è il genere di cose che succede nella biblioteca di Chinatownâ? ha dichiarato il direttore della biblioteca, Cheryl Collins.

POSIZIONE DISCRETA â?? E perché non dovrebbe succedere? Nel distaccamento di Chinatown i computer sono stati messi in una posizione in cui possono essere consultati in modo discreto, senza risultare visibili ad altri utenti. Una cosa analoga è stata fatta negli altri 71 distaccamenti della biblioteca centrale di Los Angeles.

LIVELLO ADEGUATO DI PRIVACY â?? â??Se possiamo mantenere un livello adeguato di privacy senza compromettere la sicurezza, penso che non si violi il Primo Emendamentoâ? ha dichiarato il consigliere Ed Reyes, membro della commissione cultura. â??nello stesso tempo, dobbiamo essere consci che a volte, nelle nostre biblioteche, non si riesce ad avere un controllo dei comportamenti di certe persone.â? Il bibliotecario Martin Gomez ha dichiarato che le segnalazioni di persone che utilizzano i mezzi messi a disposizione della biblioteca per visionare materiale pornografico sono due o tre lâ??anno. In ogni caso chi si approccia a questo genere di materiale non può visionare materiale pedopornografico, che è illegale, né stare vicino ad altri utenti.

 

Fonte giornalettismo.com

 

Il deputato islamico guarda film porno in Aula. E si dimette

Accade, ovviamente, in Indonesia: lâ??onorevole apparteneva a un partito religioso tradizionalista
Pubblico mea culpa in Indonesia di un deputato di un partito religioso islamicotradizionalista, che si eâ?? dimesso dopo essere stato sorpreso a guardare foto porno sul suo ebook durante una seduta del parlamento.
LA FOTO â?? â??Con piena cognizione di causa e senza essere stato spinto da alcuno, per il bene e lâ??onore del mio partito, presente le mie immediate dimissioniâ??, ha dichiarato il deputato Arifinto, dellâ??islamico Partito per la Giustizia e la Prosperitaâ?? (Pks), in una conferenza stampa trasmessa per televisione. â??Cercheroâ?? di migliorarmi recitando il Corano, domanderoâ?? consigli al clero, daroâ?? elemosina ai poveri e faroâ?? la caritaâ?? per raggiungere la gloria quaggiuâ?? e nellâ??aldilaâ?, ha aggiunto.
La foto di Arifinto, preso dallâ??alto, mentre sta guardando in aula sul suo tablet nascosto sotto al banco la foto pornografica eâ?? stata pubblicata su un giornale locale, suscitando in Indonesia unâ??ondata di commenti indignati su Twitter durante il fine settimana. La foto â??incriminataâ?Â si può vedere sul Jakarta Post.

Il primo film porno in 3D: orge e sesso in salsa cinese

Tanta curiosità per “Sex and Zen: Extreme Ecstasy”

La Cina è in subbuglio. C’è grande attesa per il primo porno in 3D “Sex and Zen: Extreme Ecstasy“, nelle sale da settimana prossima. Il giornale The Guardian ha riferito che diversi cinesi si stanno organizzando per aggirare la censura e visionare la pellicola nella più tollerante Hong Kong. Tutto ruota attorno a un giovane che si ritrova catapultato nei piaceri della carne tra orge instancabili.

Il film è costato oltre 3 milioni di dollari ed è ambientato nell’antica Cina, alla lussuriosa corte della dinastia Ming. Remake di un altro film made in China del 1991, è basato su un classico della letteratura erotica cinese, “La stuoia del fedele carnale”, e segue le avventure di un giovane che viene introdotto da un nobile alle orge reali e ai raffinati piaceri del sesso.

Lo sceneggiatore e produttore Stephen Shiu ha detto alla stampa che il film mostra alcune scene di sesso “molto vivide. Darà al pubblico la sensazione di starsene seduto proprio lì, al bordo del letto”. L’anno scorso, durante le riprese, il produttore Shiu aveva detto che in Cina c’è tanto entusiasmo per questo genere di film proprio perché sono proibiti. Perciò gli era venuta l’idea di girarlo in 3d, immaginando che le vendite di biglietti sarebbero triplicate.

Difficilmente “Sex and Zen: Extreme Ecstasy” potrà esser mostrato senza tagli in Cina e dunque giungono notizie che alcuni tour operator stanno già organizzando viaggi a Hong Kong e Taiwan per chi vuole vedere la versione integrale. Del resto la stessa cosa era accaduta nel 2007 con il film di Ang Lee dal titolo “Lust Caution”

Fonte tgcom.it

Video – ‘Bunga Bunga Presidente’, in streaming il trailer del nuovo film porno-parodia ispirato alle vicende ‘politiche’ di Silvio Berlusconi

In DVD la porno-parodia che ha per oggetto le vicende politiche degli ultimi giorni. Protagonista del film è Rokko (‘sosia’ di Rocco Siffredi) che interpreta ‘il presidente di tutti': un primo ministro che ama le belle donne

Era successo ad ‘Avatar’ e ‘Titanic’ di diventare remake porno. E ora la nuova fonte di ispirazione per il settore non sono più i film di successo ma la politica. Il titolo, del resto, non lascia molti dubbi: ‘Bunga Bunga presidente’.

Secondo quanto riporta ‘CineBlog’, infatti, è arrivata in DVD la prima porno-parodia che si ispira alle vicende politiche di questi giorni .

Protagonista del film è Rokko (‘sosia’ di Rocco Siffredi) che interpreta ‘il presidente di tutti': un primo ministro che ama le belle donne. Un giorno viene a sapere che la bellissima Selenadova è stata arrestata e decide di doverla salvare. Con la regia di Casanova&Trevi, nel film (come si legge sulla copertina del DVD) ”ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale”.

Fonte adnkronos.com

Cina – Penna usb sblocca i canali porno: grande successo

Sta riscuotendo molto successo nei mercati elettronici di Shanghai una penna usb che promette di far vedere tutti i canali televisivi del mondo. Il successo del dispositivo, non è tanto dovuto al fatto di poter vedere tutte le televisioni, ma perché fra queste ci sono molti canali che trasmettono film e immagini pornografiche, vietate in Cina.

Secondo lo Shanghai Daily, che ha testato il dispositivo, la penna usb televisiva funziona bene, è facile da usare, anche se le immagini e i video sono di bassa qualità. Quello che attrae i consumatori cinesi è anche il prezzo: dai 3 ai 20 euro a seconda del modello. Ma è anche lâ??unica possibilità per i giovani cinesi di accedere al mondo del porno, visto che su internet i siti e le immagini pornografiche sono vietate, così come la vendita per strada di film pornografici.

La penna viene venduta nei negozi di elettronica sia in quelli che propongono prodotti falsi e copiati, sia in quelli che vendono quelli originali, in uno scatolino con una ragazza occidentale ammiccante sopra. La polizia di Shanghai ha però cominciato una operazione contro la vendita di questi oggetti e alcune centinaia sono state già sequestrate.

Fonte blitzquotidiano.it

Video – Arriva la versione porno dei Simpson

I Simpson sono sempre stata una serie animata diretta tanto ai bambini quanto al pubblico adulto. Ma in questa nuova veste sono dedicati esclusivamente al pubblico over 18. Infatti esce “Simpsons – The xxx parody“. Ovvero la parodia in salsa pornografica dei personaggi creati da Matt Groening. E quindi potremo ammirare il sex tape amatoriale girata da Homer e Marge

D’altronde tutti i maggiori personaggi dei fumetti e non hanno avuto la loro bella parodia in versione hard, quindi che Homer e Marge Simpson fossero ancora esclusi da questa “celebrazione”, sembrava davvero strano.

Nel film compaiono anche alcuni personaggi di contorno del cartone, come Flanders e il barista Moe. Per ovvi motivi sono stati invece esclusi dal rifacimento Bart, Lisa e tutti i ragazzini della famiglia. Personaggi fondamentali nella serie animata, ma questo film è vietato ai minori, quindi… anche a loro.

Fonte tgcom.it

Bangladesh, film porno in aeroporto

Proiettato per errore su maxischermo

Imbarazzo all’aeroporto internazionale di Dhaka, Bangladesh, dove è stato proiettato un film porno in uno dei maxischermi. Centinaia di persone tra passeggeri e familiari in attesa allo scalo di Shahjalal si sono trovati di fronte alle scene hard, che sono state andate in onda per circa cinque minuti. Sull’accaduto è stata aperta una inchiesta.

I maxischermi dell’aeroporto trasmettono solitamente documentari sulla cutura e le bellezze naturali del Bangladesh, paese conservatore musulmano. L’operatore è stato subito arrestato.

Fonte tgcom.it

Gb, film porno proiettati su palazzo

Alcuni studenti particolarmente spiritosi hanno trovato il modo di movimentare le notti della Bournemouth University, nel Dorset, in Inghilterra, proiettando su un palazzo un film pornografico. La proiezione ha toccato quattro piani dell’edificio e per tutta la notte è rimasta sotto gli occhi attoniti di vicini e passanti.

Fonte tgcom.it

E’ italiano il primo porno Europeo in 3D

Franco Trentalance: “E’ straripante”

E’ made in Italy il primo film porno europeo in 3D. S’initola Casino 45, prodotto dalla Pink’o di Rudy Franca, ed ha come protagonista il famoso porno attore Franco Trentalance. Al suo fianco Vittoria Risi, da alcuni definita la nuova musa di Vittorio Sgarbi, Alessia Donati, Fiamma Monti e Marika Ferrero. “E’ stato divertente girarlo – dichiara Trentalance – e l’effetto è … straripante”.

Poco dopo l’ultimo ciak, girato in una villa di San Giovanni in Marignano, nel Riminese, il protagonista parla dell’esperienza del 3D. “E’ un nuovo giocattolo che piacerà al pubblico, sembra di essere dentro il film”.
Ma per gli attori e i registi cosa cambia? “Per l’attore in generale non molto: tu continui a fare quello che fai sempre. Il problema e’ che si allungano i tempi delle riprese, e com’e’ immaginabile, per un attore porno i tempi sono molto importanti…”

In 3D poi si corre il rischio che vengano sottolineati i difetti fisici dei protagonisti. “In effetti – ammette Trentalance – si vede qualsiasi pelo superfluo o brufoletto e se hai la pelle molto chiara, anche le vene sottopelle. Ma rende tutto più realistico”.

Fonte tgcom.it